ENEWS

ENEWS

Il Trattato di Roma, firmato sessant’anni fa, ha dato il via all'integrazione economica e a una pace duratura a un continente che conta oggi una popolazione di oltre 500 milioni di cittadini. Il Parlamento europeo ha riflettuto sui progressi compiuti finora e sul futuro dell’Europa. La parola passa ora ai cittadini che il 21 marzo prenderanno il posto dei deputati per esprimere la propria visione sull’Europa. Il Parlamento Europeo a Bruxelles accoglierà centinaia di cittadini europei chiamati a esprimersi su cosa funziona nell'Unione Europea e su cosa va cambiato, ma anche come questa dovrebbe evolvere per rispondere meglio alle sfide attuali e future.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 303

I deputati si sono espressi martedì sul ripristino da parte del Presidente Donald Trump della norma "global gag" in un dibattito con il commissario per gli aiuti umanitari dell'UE Christos Stylianides. L'ordine esecutivo, firmato il 23 gennaio, obbliga le ONG straniere finanziate dagli Stati Uniti a certificare che non eseguano e non promuovano attivamente l'aborto. Il commissario per gli aiuti umanitari Christos Stylianides ha espresso preoccupazione per il Memorandum presidenziale per quanto riguarda la politica di Città del Messico, firmato dal Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 37

Secondo il progetto legislativo adottato martedì, la quota di rifiuti da riciclare dovrà aumentare dall’odierno 44% al 70% entro il 2030. I deputati hanno anche approvato norme del “pacchetto rifiuti” che limitano la quota di smaltimento in discarica al 5% e riducono i rifiuti alimentari del 50% entro il 2030. Il Parlamento dovrà ora negoziare il testo con il Consiglio dei ministri UE. La relatrice Simona Bonafè (S&D, IT) ha detto: "Oggi, il Parlamento ha dimostrato a larghissima maggioranza che crede nella transizione verso un'economia circolare.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 37

Sanzioni di una gravità senza precedenti sono state annunciate martedì dal Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, contro il deputato polacco Janusz Korwin-Mikke per le sue inaccettabili osservazioni contro le donne, espresse il 1° marzo nel corso della discussione in plenaria sul "divario retributivo di genere". Conformemente alla decisione, all'eurodeputato non sarà versata l’indennità giornaliera per un periodo di trenta giorni, sarà sospeso dalle attività parlamentari per dieci giorni (conservando il diritto di voto) e non potrà rappresentare il Parlamento europeo per un anno.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 34

logo patrizia footer

Questo sito utilizza i cookie al fine di offrire ai propri visitatori una migliore esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire bloccarli o per cancellarli, si veda l'apposita informativa sui cookie. Proseguendo con la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso del cookie. Privacy e Cookies