ENEWS

ENEWS

Il Presidente Tajani ha chiesto un minuto di silenzio per le vittime dei recenti attentati e ha espresso preoccupazione per gli arresti di Taner Kilic e Alexei Navalny - “Purtroppo ancora una volta siamo costretti, in avvio di sessione, a ricordare vittime innocenti colpite dalla follia del terrorismo”, ha affermato il Presidente Antonio Tajani all’apertura dei lavori parlamentari a Strasburgo. Prima di indire un minuto di silenzio per commemorare le vittime degli attacchi a Londra e Teheran, il Presidente del PE ha sottolineato che: “la forza della libertà e della democrazia non si piega davanti al terrorismo”. Tajani ha poi chiesto il rilascio del presidente di Amnesty International Turchia Taner Kilic e delle persone arrestate con lui e di “far cadere tutte le accuse a loro carico ove non ci siano prove del loro coinvolgimento nel mancato golpe” del luglio scorso.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 48

Gli eurodeputati chiedono una risposta più forte dell'UE per proteggere i cittadini dagli effetti negativi della globalizzazione. Durante il dibattito di martedì con il Vicepresidente della Commissione Jyrki Katainen, i deputati hanno evidenziato che la globalizzazione rappresenta la sfida più grande per i cittadini dell'UE, accogliendo con favore la recente valutazione degli effetti della globalizzazione presentata dalla Commissione. Per molti deputati la globalizzazione crea un'enorme pressione sui posti di lavoro, sui salari e sugli standard, alimentando al contempo il populismo. Hanno quindi richiesto una migliore protezione per l'industria e per i lavoratori dell'UE e di avere un ruolo di guida nel dibattito globale per la promozione di un equo commercio globale.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 74

I deputati hanno accolto con favore l'unità politica dei 27 Paesi e delle istituzioni UE sulla questione BREXIT e hanno chiesto di mettere tale volontà al servizio di una riforma profonda e urgente dell’UE a beneficio di tutti i cittadini. Il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ha presentato ai parlamentari le linee guida per i negoziati sulla Brexit adottate dagli Stati membri in occasione del vertice del 29 aprile e accolto con favore le condizioni per l’accordi col Regno Unito già fissate dal Parlamento. Il mandato dettagliato per i negoziati sarà presentato al Consiglio il 22 maggio, ha annunciato il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker. Sia il negoziatore per l’UE Michel Barnier, sia la maggior parte dei deputati intervenuti al dibattito, hanno sottolineato che l'unità tra le istituzioni dell'UE e i 27 Stati membri nell’impegnarsi ad agire insieme per raggiungere un accordo equilibrato con il Regno Unito.

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 72

In una risoluzione approvata mercoledì, i deputati hanno affermato che la situazione in Ungheria giustifica l’avvio della procedura che potrebbe portare a sanzioni contro il Paese. I deputati vedono un grave deterioramento dello Stato di diritto e della democrazia; Le leggi controverse devono essere sospese o ritirate; I fondi UE per l'Ungheria devono essere sotto sorveglianza. A seguito del dibattito in Plenaria dell’aprile scorso, i deputati hanno dichiarato che la situazione dei diritti fondamentali in Ungheria giustifica l'avvio della procedura formale per determinare se in uno Stato membro ci sia un "evidente rischio di grave violazione" dei valori dell'UE. Nella risoluzione si chiede: l'attivazione dell'articolo 7, paragrafo 1:

APPROFONDISCI IL DOCUMENTO

  • Visite: 73

logo patrizia footer

Questo sito utilizza i cookie al fine di offrire ai propri visitatori una migliore esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire bloccarli o per cancellarli, si veda l'apposita informativa sui cookie. Proseguendo con la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso del cookie. Privacy e Cookies