NEWSLETTER

NEWSLETTER

Le frasi a vuoto sulle colpe di una non me-glio precisata “Europa” non solo sono inu-tili, ma sono ormai nocive e dovrebbero essere bandite dalla politica e dai salotti televisivi. E’ tempo, e da un po’, di risposte incisi-ve ed efficaci. Nel momento in cui l’emergenza sbarchi ha raggiunto il limite della sostenibilità, e il Governo italiano ha giustamente posto con fer-mezza la questione della solidarietà europea e ha avanzato nuove proposte chiedendo l’impegno concreto e diretto della Commissione e del Con-siglio, è necessario che tutte le componenti del cosiddetto “sistema-Paese” e del “sistema Europa” facciano la propria parte per arrivare a dei risultati concreti, individuando ed esercitando precise re-sponsabilità. Per questo durante la sessione plenaria a Strasbur-go noi eurodeputati Pd abbiamo deciso di attuare varie iniziative politiche tra cui la manifestazione in aula, prima del dibattito sul nuovo Consiglio, con dei cartelli molto chiari in cui si invitano  “tutti gli Stati membri a fare la propria parte”.

SCARICA E DIFFONDI LA NEWSLETTER DI LUGLIO DEGLI EURODEPUTATI

  • Visite: 242

Dalla mezzanotte di mercoledì le tariffe roaming non ci sono più e ora possiamo viaggiare in tutta l'Unione europea e telefonare "come a casa". Segnatevi questo giorno, conservatevi uno screenshot dell'ultimo sms della compagnia telefonica che vi avverte dei costi aggiuntivi ogni volta che passavate una frontiera europea e scrivetevi da qualche parte la parola "roaming", perchè da giovedì mattina nessuno si ricorderà più che il roaming è mai esistito e nessuno si ricorderà delle persone che, come noi eurodeputati, hanno lottato per più di dieci anni contro l'ostinazione delle compagnie telefoniche e di alcuni governi per abolire il roaming. Personalmente ho negoziato con il Consiglion e la Commissione, in quanto relatrice per il Gruppo S&D, e solo all'alba del 30 giugno 2015, quando abbiamo raggiuntom l'accordo finale dopo 12 ore di discussione ho capito che avevamo vinto.  

SCARICA E DIFFONDI LA NEWSLETTER DI GIUGNO DEGLI EURODEPUTATI

  • Visite: 243

Anche nella sessione plenaria del PE di questa settimana a Strasburgo gli eurodeputati italiani si sono divisi tra gli "imprenditori della xenofobia", cioè i populisti che hanno costruito le proprie carriere sul razzismo e che poi non fanno niente di concreto per risolvere l'emergenza immigrazione e per aiutare l'Italia che deve affrontare il problema da sola, e gli europarlamentari onesti, quelli che lavorano per mesi su ogni silngolo provvedimento. Giovedì il Parlamento ha approvato una risoluzione importantissima per l'Italia con cui si ribadisce che i Paesi Ue devono adempiere agli accordi sui ricollocamenti, quelli che prevedono che 160 mila richiedenti asilo presenti nei centri di accoglienza di Italia e Grecia vengano ridistribuiti tra tutti gli Stati membri.  

SCARICA E DIFFONDI LA NEWSLETTER DI MAGGIO DEGLI EURODEPUTATI

  • Visite: 275

No, mi spiace ma, pur condividendo lo choc per le immagini raccapriccianti arrivate dalla provincia siriana di Idlib dopo il bombardamento di martedì scorso e pur condividendo la frustazione per l'impasse del Cosnsiglio di Sicurezza dell'Onu, bloccato dal veto russo, fatico ad accettare che per punire una violazione del diritto internazionale si debba ricorrere a un'altra violazione del diritto internazionale. I missili lanciati giovedì notte dalle navi americane rappresentano un atto unilaterale che sul lungo termine rischiano di aggravare la situazione, anche se, come dicono vosi europee, l'intenzione è "comprensibile". 

SCARICA E DIFFONDI LA NEWSLETTER DI APRILE DEGLI EURODEPUTATI

  • Visite: 359

logo patrizia footer

Questo sito utilizza i cookie al fine di offrire ai propri visitatori una migliore esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni sui cookie impiegati e sulle modalità da seguire bloccarli o per cancellarli, si veda l'apposita informativa sui cookie. Proseguendo con la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso del cookie. Privacy e Cookies