• AREA STAMPA

    AREA STAMPA

COMUNICATO STAMPA - BRUXELLES, 29 GENNAIO 2018 - “Le dichiarazioni del direttore dell’Ema Guido Rasi confermano la grave incertezza della situazione in cui versa l’Agenzia europea del farmaco, cosa che peraltro noi avevamo già segnalato in una nostra interrogazione parlamentare alla Commissione europea. Si confermano quindi delle inadempienze importanti da parte dell’Olanda nell’insediamento di questa agenzia. Noi chiediamo che su questa vicenda si faccia immediatamente piena luce nel Parlamento europeo”. Lo dichiara Patrizia Toia capo delegazione Pd all’europarlamento.
  • Visite: 112
COMUNICATO STAMPA - BRUXELLES, 23 GENNAIO 2018 -  “Vogliamo una politica che sia in grado di fare scelte etiche, senza nascondersi dietro alla presunta neutralità dei tecnici o del mercato. Lo abbiamo ribadito in Italia, dove il sindaco di Bergamo Giogio Gori ha fatto scuola con le sue politiche attive di contrasto al gioco d’azzardo, e lo abbiamo ribadito oggi a Bruxelles, in un evento che ho organizzato al Parlamento europeo. Non è accettabile che il Quantitative Easing della Bce finanzi un colosso del gioco d’azzardo come Novomatic. A settembre abbiamo sollevato il caso con un’interrogazione alla Bce. Oggi la mancanza di scelte politiche, e quindi di valori e di etica, nei mezzi scelti dall’Unione europea per uscire dalla crisi è diventata l’emblema di quello che vogliamo cambiare nell’Ue. Gli acquisti di bond societari della Bce deve rispettare i valori e le scelte politiche ed etiche dell’Unione europea. Nel caso specifico avrebbe dovuto tenere conto della risoluzione del Parlamento europeo che abbiamo fortemente voluto e ottenuto per chiedere all’Ue di impegnarsi nel constrasto alla piaga sociale del gioco d’azzardo e la comunicazione della Commissione che raccoglie le nostre indicazioni”.
  • Visite: 156
COMUNICATO STAMPA - STRASBURGO, 18 GENNAIO 2018 - "Oggi nella plenaria del Parlamento europeo è stata approvata la nostra proposta di innalzare gli obiettivi Ue sulla rinnovabili dal 27% entro il 2030 al 35%. Si tratta di una buona notizia per l´ambiente e anche per l´economia perchè aumentare la quota di rinnovabili nel nostro mix energetico significa ridurre le emissioni di Co2 ma anche aumentare la crescita e i posti di lavoro. E´ una proposta per cui mi sono battuta anche come vicepresidente della Commissione Industria perchè oggi promuovere le energie rinnovabili significa anche salvare l'industria europea, i posti di lavoro e le nostre prospettive di crescita. Anni fa le energie rinnovabili sembravano un sogno per utopisti e un investimento dalle perdite certe, oggi è una sfida industriale concretissima su cui si stanno dando battaglia le potenze mondiali di Stati Uniti, Cina e Giappone. In Europa abbiamo tante eccellenze tecnologiche e industriali e abbiamo uno dei mercati più ricchi del pianeta per assorbire e fare crescere queste eccellenze, dobbiamo solo stare attenti a non buttare via questo patrimonio per inseguire falsi miti neoliberisti. Le rivoluzioni tecnologiche si fannocon investimenti pubblici massicci e coraggiosi, e con attente politiche pubbliche di incentivi e protezioni commerciali".
  • Visite: 127
facebook_page_plugin
Follow me:

© 2017 Patrizia Toia

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo. Informativa