• AREA STAMPA

    AREA STAMPA

"Terzo settore penalizzato dal Governo, serve civil compact Ue"

BRUXELLES, 28 APRILE 2019 - “Il terzo settore, il mondo del volontariato e del no profit, è una delle più grandi risorse del del nostro Paese e deve reagire agli attacchi del Governo sovranista, mobilitandosi per portare in Europa l’esperienza e la capacità italiana. Come membro della commissione del Parlamento europeo sull’economia sociale accolgo con convinzione l’appello del Professor Stefano Zamagni per promuovere un ‘Civil Compact’ europeo che valorizzi e promuova a livello dell’Ue le migliori esperienze del terzo settore.

Dagli attacchi alle Ong alla ‘tassa sulla bontà‘ questo Governo populista non ha perso occasione per penalizzare il mondo del volontariato, che invece il Pd aveva protetto con la riforma del Terzo settore e che difendiamo ogni giorno in Europa con esperienze come quella del gruppo interparlamentare al Parlamento europeo dedicato all’economia sociale.

E’ una strategia miope quella della maggioranza di Governo perché il terzo settore rappresenta da solo lo 0,7% del Pil italiano ed è un patrimonio di esperienze prezioso in un momento in cui c’è una fortissima richiesta di welfare innovativo. Inoltre per delle forze politiche che sfoggiano continuamente la difesa della famiglia e dei valori cattolici è contraddittorio penalizzare quelle milioni di persone cattoliche, che rappresentano oltre il 70% di quei 5 milioni e mezzo di volontari a cui si aggiungono altri 800 milioni di dipendenti stabili delle associazioni no profit.

Io penso che i nostri valori siano la base su cui ricostruire un’Europa più giusta e un’economia che difenda e riconosca pienamente i meriti e il lavoro fatto da milioni di volontari”.
  • Visite: 39
0
0
1
s2smodern

"Lega e M5S condannati alla marginalità a Strasburgo, un danno per l'Italia"

BRUXELLES, 18 APRILE 2019 - “Altro che rivoluzione sovranista, il nuovo sondaggio dell'Europarlamento rivela che gli eurodeputati della Lega e dei loro alleati che saranno eletti al prossimo Parlamento europeo sono destinati a essere marginali e a non toccare palla su tutti i dossier importanti che saranno affrontati nella prossima legislatura e che riguardano l'Italia, dall'immigrazione alla riforma dell'eurozona.
 
Si prevede che il gruppo parlamentare formato da Salvini e Le Pen si fermerà all'8,3% del futuro Parlamento, e che non sarà in grado di formare una maggioranza neanche alleandosi con i Popolari. Ancora peggio il M5S che non si sa neanche se riuscirà a formare un gruppo autonomo o dovrà tornare da Farage con il cappello in mano.
 
L'unico risultato concreto sarà che, per la prima volta nella storia europea, l'Italia non avrà eurodeputati espressione delle forze di governo nella maggioranza del Parlamento di Strasburgo che dovrà ratificare le massime cariche dell'Ue e che prenderà le decisioni più importanti nei prossimi cinque anni. Se a questo si aggiunge che gli alleati della Lega sono quelli più ostili all'Italia su immigrazione e conti pubblici non è difficile prevedere che la prossima legislatura sarà molto difficile per il nostro Paese.
 
Sono in gioco gli interessi italiani ma anche quelli di tutti gli europei perché un'Unione europea senza l'Italia è squilibrata e disfunzionale”.
  • Visite: 68
0
0
1
s2smodern

Elezioni europee 2019

MILANO, 12 APRILE 2019 - È ufficiale: sarò candidata alle elezioni europee per il Partito Democratico, nella circoscrizione Nord-Ovest. Nel voto di domenica 26 maggio tutti noi, 400 milioni di europei, sceglieremo quale futuro vogliamo per la nostra casa comune. Una sfida decisiva, per cui voglio mettere a servizio tutta la mia esperienza e la mia passione. Da cittadina italiana ed europea.
 
Perché far crescere l'Europa significa fare bene all’Italia. È la convinzione che ha animato il mio lavoro in questa legislatura, in cui ho ottenuto risultati importanti per il nostro Paese: l’abolizione dei costi di roaming, la liberazione delle frequenze che ha consentito l’avvio delle sperimentazioni 5G in cui oggi il nostro Paese è all’avanguardia, la crescita dei fondi per le PMI e l’impresa sociale, gli investimenti per la scienza e l’innovazione tecnologica.
 
Sono pronta a continuare a battermi per un’Europa che ha il coraggio di rinnovarsi. Che sta al fianco delle famiglie e si prende cura dei bisogni delle persone. Protegge l’ambiente e scommette sulla sostenibilità. Sostiene l’impresa, la ricerca e il lavoro di chi ogni giorno costruisce il domani, a partire dai nostri territori.
Per questo ho scelto di rinnovare il mio impegno, per questo voglio dire a ciascuno di voi: puoi contare sull’Europa, puoi contare su di me. E io conto su di voi!
  • Visite: 138
0
0
1
s2smodern

“Di Maio all’Europarlamento é già con i negazionisti dell’Olocausto”

BRUXELLES, 6 APRILE 2019 - “Luigi Di Maio dimentica che nell’attuale Europarlamento i suoi deputati condividono lo stesso gruppo EFDD con Jorg Meuthen del AFD, partito dell’estrema destra tedesca, vicinissimo ai negazionisti.
 
La dimostrazione che non solo Salvini, ma anche i 5stelle non si faranno scrupoli ad allearsi con la peggiore ultradestra europea. Tra Lega e 5stelle una bella gara a chi e’ più estremista. Di Maio- conclude la capogruppo dem all’europarlamento- deve spiegare ai suoi elettori perché in Europa e’ alleato con i peggiori “rottami” del nazismo .
 
Forse pensa , dopo il voto, di fare un ” contratto” anche con chi nega l’Olocausto ?
  • Visite: 68
0
0
1
s2smodern
facebook_page_plugin
© 2019 Patrizia Toia, All Rights Reserved